Artedo - Ente Accreditato MIUR ai sensi della Direttiva Ministeriale 90/2003 con decreto prot. AOODPIT.852 del 30/07/2015


25/26.11.2017 - Lecce, laboratorio "Il gioco del clown è una cosa seria!"

Si svolgerà a Lecce sabato 25 e Domenica 26 Novembre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio “ Il gioco del clown è una cosa seria! ”, condotto da Vito Furio, Artista-scenografo, Teatroterapeuta e Alessadro Morea, Teatroterapeuta, educatore, artista di strada, Musicista.

Abstract del laboratorio

Durante il laboratorio verranno proposte tecniche di sperimentazione creativa personale, volte alla ricerca del proprio clown, attraverso la consapevolezza di sé e delle proprie emozioni. Il buffo al servizio del sorriso terapeutico, l’assurdo come catalizzatore del gioco creativo, l’arte del clown mezzo intermediario tra realtà e fantasia, infine il mimo, linguaggio analogico come potenza espressiva del corpo.

 

Leggi tutto: 25/26.11.2017 - Lecce, laboratorio "Il gioco del clown è una cosa seria!"

11/12.11.2017 - Lecce, laboratorio "Strumenti di drammatizzazione all'interno dei percorsi arteterapici"

Si svolgerà a Lecce sabato 11 e Domenica 12 Novembre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio " Strumenti di drammatizzazione all'interno dei percorsi arteterapici ", condotto da Ilaria Caracciolo, Psicoterapeuta, Arteterapeuta.

Abstract del laboratorio

In questo laboratorio verranno approfonditi strumenti di drammatizzazione utili all'interno dei percorsi arteterapici con tutte le diverse tipologie di utenze.
In particolare, verranno proposti il lavoro con la maschera, con i burattini, il teatro dell'ombra e l'utilizzo del video in fase di drammatizzazione conclusiva all'interno di un laboratorio.

 

Leggi tutto: 11/12.11.2017 - Lecce, laboratorio "Strumenti di drammatizzazione all'interno dei percorsi...

28/29.10.2017 - Lecce, laboratorio "I protocolli d'osservazione in Musicoterapia"

Si svolgerà a Lecce sabato 28 e Domenica 29 Ottobre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio " I protocolli d'osservazione in Musicoterapia ", condotto da Stefano Centonze, Musicoterapeuta, Presidente Nazionale Artedo, presidente Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative, Ideatore del Protocollo Discentes per la Formazione in Arti Terapie, Laureato in Scienze della Formazione.

Abstract del laboratorio

Uno degli elementi essenziali nel lavoro del Musicoterapeuta è la raccolta e la catalogazione dei dati e delle informazioni utili emersi nel corso delle sedute. Conoscere, infatti, i Questionari Anamnestici Sonoro-Musicali, le Schede di Osservazione, la Griglia E/S/T (Energia/Spazio/Tempo), i Protocolli di Seduta e le modalità di conservare memoria degli incontri tramite appositi Grafici di Seduta, permette non solo il monitoraggio in itinere ed ex-post del lavoro svolto, ma anche di decodificare le dinamiche non verbali emergenti ed osservabili per sovrapposizione e confronto di dati catalogati. E fornisce al futuro professionista della Musicoterapia strumenti imprescindibili per l'organizzazione del lavoro, per la messa a punto di percorsi specifici che muovono dai reali bisogni degli utenti, rilevabili ed osservabili, e dalla loro stessa evoluzione, nonché per la corretta archiviazione delle informazioni acquisite ai sensi delle vigenti leggi sul trattamento dei dati sensibili. Conservare memoria di tutto ciò, infine, è la differenza sostanziale tra una strutturazione pensata e ordinata degli interventi e la loro mera improvvisazione, in considerazione delle finalità ed in vista dei risultati attesi.
Le attività proposte nel corso del laboratorio sono particolarmente indicate per il modulo didattico di Musicoterapia ma forniscono, parimenti, strumenti di osservazione utili anche per gli allievi di altri corsi.
 

Leggi tutto: 28/29.10.2017 - Lecce, laboratorio "I protocolli d'osservazione in Musicoterapia"

14/15.10.2017 - Lecce, laboratorio " Il confine e la cornice come elementi terapeutici trasformativi nel sostegno degli utenti schizofrenici e pscicotici "

Si svolgerà a Lecce sabato 14 e Domenica 15 Ottobre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio “ Il confine e la cornice come elementi terapeutici trasformativi nel sostegno degli utenti schizofrenici e pscicotici ”, condotto da Ilaria Caracciolo, Psicoterapeuta, Arteterapeuta.

Abstract del laboratorio

L’arteterapia in ambito terapeutico/trasformativo con pazienti schizofrenici o con altre psicosi: esempio di attivazione dinamica non interpretativa attraverso i processi realizzabili con dispositivi analogici arteterapici.
In questo laboratorio verrà proposta una procedura particolarmente utile con utenza psichiatrica data la possibilità di lavorare, attraverso i materiali plastico-pittorici, su di una definizione e ri-definizione dei confini personali e relazionali. Questo tipo di lavoro, utilizzabile ed utile nei più disparati contesti, si rende particolarmente adatto al lavoro con questo tipo di utenza caratterizzata da una difficile gestione e percezione dei confini che separano l'Io dall' Altro da sé. Il tipo di proposte sarà particolarmente attento a seguire le fasi di base del modello trasformativo gruppale in una particolare accezione ed utilizzo legato al tipo di utenza:
- iniziale fase fusionale necessaria alla creazione di un contenitore gruppale accudente e rassicurante
- fase di definizione del Sé attraverso strumenti materici solidi e performanti capaci di rimandare una immagine integrata e non frammentata Del Sé e della propria esperienza
- fase ricompositiva/trasformativa di gruppo attraverso l'utilizzo del tema del confine e della cornice al fine di pervenire ad una integrazione delle immagini de sé prodotte all'interno della relazione gruppale in una maniera che sia accettabile per il tipo di caratteristiche dell'utenza.
 


 

Leggi tutto: 14/15.10.2017 - Lecce, laboratorio " Il confine e la cornice come elementi terapeutici...

30.09/01.10.2017 - Lecce, laboratorio "I fondamenti biologici della mimesi e del ricalco sonoro"

Si svolgerà a Lecce sabato 30 Settembre e Domenico 1 Ottobre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio “ I fondamenti biologici della mimesi e del ricalco sonoro ”, condotto da Valerio Cadeddu, Musicoterapeuta, Counselor a mediazione corporea, Feldenkrais practitioner,Weiss voice trainer Counselor di mediazione corporea ad orientamento bioenergetico-filosofico, Musicoterapista, Feldenkraispractitioner, Weiss voice terainer.

Abstract del laboratorio

Il laboratorio intende suggerire una possibile chiave di lettura di alcuni processi sottesi al rapporto tra operatore e utente nel setting arteterapeutico con particolare riferimento alla musicoterapia.
Il tema verrà osservato sulla base di alcune proposte avanzate dalla psicologia mimetica che valorizza le recenti ricerche nel campo delle neuroscienze (neuroni specchio) con gli apporti più pertinenti alle dinamiche relazionali proposte dalle teorie mimetiche di Girard.
Le pratiche puntano a sensibilizzare agli eventi comunemente attribuiti al "corpo" (posture, respirazione, sensi, reazione vegetative, ritmiche funzionali), ponendoli in rapporto con le risorse impegnate nella relazione con l'altro (voce, tocco, sguardo, ascolto).
I fondamenti biologici del modello e i ricchi legami che una visione globale del tema può instaurare con le pratiche di musicoterapia didattica benenzoniana (ricalco, rapporto diadico, mimetico, rivalità e ostacoli) saranno giocati in improvvisazioni, simulazioni di conduzione e regolazioni a feedback, ideali per un apprendimento organico e calmo. Il momento pratico verrà preceduto da una fase preliminare di lavoro di gruppo ma a fini di sensibilizzazione individuale del vissuto in un embodying del modello.

 

Leggi tutto: 30.09/01.10.2017 - Lecce, laboratorio "I fondamenti biologici della mimesi e del ricalco sonoro"

23/24.09.2017 - Lecce, laboratorio "I materiali della metodologia Fux applicati al ritardo psicomotorio medio-grave in soggetti adulti"

Si svolgerà a Lecce sabato 23 e domenica 24 Settembre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio "I materiali della metodologia Fux applicati al ritardo psicomotorio medio-grave in soggetti adulti", condotto da Sonia Barsotti, Danzamovimentoterapeuta, danzatrice, educatrice, pedagogista cognitivo neuro motoria, Laureata in scienze della Formazione.

Abstract del laboratorio

Il laboratorio intende presentare alcuni dei materiali concreti specifici della metodologia Fux finalizzati alla stimolazione neuro- senso-motoria e cognitiva, oltre che a favorire i processi di comunicazione affettiva in persone che presentano ritardo nella dimensione psicomotoria di tipo medio e grave.
Gli oggetti concreti qui proposti sono solo alcuni dei tanti materiali che favoriscono una relazione significativa con l’individuo e il gruppo promuovendo benessere globale della persona e il rinforzo delle risorse residuali, ovvero la parte sana.
Il laboratorio permette a partire dal vissuto corporeo, una riflessione sulle dinamiche della stimolazione neuro-sensomotoria e sul processo creativo e relazionale.
Parte pratica:
- metodologia Fux applicata attraverso le specifiche fasi del setting di lavoro (fase di accoglienza; fase di riscaldamento; fase di esplorazione corporea degli stimoli creativi proposti, cioè materiale concreto e suono/musica; fase di rilassamento; fase di rielaborazione e/o saluto);
- esplorazione dei materiali: carta crespa; telo elastico; piume.
Parte teorica: (momento di riflessione nella fase rielaborativa dell’esperienza)
- riflessione sulle caratteristiche che deve possedere il setting in relazione all’utenza di riferimento;
- riflessione sull’unità didattica della metodologia FUX, ovvero lo stimolo creativo (gli oggetti proposti) esplorato nel setting di lavoro e le sue caratteristiche fisiche e simboliche;
- elementi di Pedagogia Speciale.
Obiettivi generali:
- esplorare le proprie competenze motorie
- esplorare le proprie capacità creative in ambito immaginativo e corporeo
- potenziare il linguaggio non verbale
- sperimentare le implicazioni di tipo sensoriale, motorio ed emotivo della relazione con il materiale proposto.
- apprendere alcuni strumenti teorici per sostenere e dare struttura a quanto appreso a livello corporeo.
- apprendere le modalità per creare un setting di lavoro accogliente e stimolante.

 

Leggi tutto: 23/24.09.2017 - Lecce, laboratorio "I materiali della metodologia Fux applicati al ritardo...

16/17.09.2017 - Lecce, laboratorio "Oltre la maschera. Teatroterapia e percorso identitario nella prevenzione del disagio giovanile"

Si svolgerà a Lecce sabato 16 e domenica 17 Settembre 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio "Oltre la maschera. Teatroterapia e percorso identitario nella prevenzione del disagio giovanile", condotto da Chiara Germanò, Dottoressa in Pedagogia dei processi Formativi, Teatroterapeuta.

Abstract del laboratorio

In Teatroterapia ogni componente del gruppo vive, nel processo, un continuo mascheramento e smascheramento della propria identità, che lo conduce a conoscere parti di sé e a cambiare come persona nella prospettiva dell’emersione della propria intima verità. L’adolescenza è una delle tappe evolutive che maggiormente mette in discussione l’equilibrio psichico, l’adolescente è vulnerabile e spesso a rischio di devianza se non adeguatamente sostenuto, soprattutto nella delicata fase della formazione identitaria. Attraverso il linguaggio corporeo, la drammatizzazione e l’utilizzo di strumenti che traggono spunto dal role profile di R. Landy, ogni partecipante, dopo aver lavorato su se stesso e in relazione con gli altri, individuerà e costruirà la propria “maschera”, guidato nella scoperta degli aspetti del proprio sé in essa cristallizzati; passando per il concetto di ruolo e di ruoli (sociali, familiari, ecc), si proverà a raggiungere la consapevolezza della molteplicità di Io all’interno di ognuno di noi. La sperimentazione, l’empatia corporea, il confronto e la messa in scena della maschera condurranno l’individuo ad una presa di coscienza di sé, della propria complessità, delle proprie difese, dei propri punti di forza all’interno del gruppo.
Le attività proposte verranno articolate in funzione di una potenziale progettualità preventiva del disagio giovanile, e calibrate per poter essere esperite in maniera spontanea e priva di forzature da un target di adolescenti (13-19).
 

Leggi tutto: 16/17.09.2017 - Lecce, laboratorio "Oltre la maschera. Teatroterapia e percorso identitario nella...

08/09.07.2017 - Lecce, laboratorio "Musicoterapia recettiva analitica II livello"

Si svolgerà a Lecce sabato 08 e domenica 09 Luglio 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio "Musicoterapia recettiva analitica II livello", condotto da Niccolò Cattich, Neurologo, Psichiatra, Musicoterapeuta.

Abstract del laboratorio

Il laboratorio propone la tecnica della Musicoterapia Recettiva Analitica esplorando la I fase prevista secondo il metodo, attuata tramite l'ascolto di brani proposti dal docente ma anche scalette musicali portate dagli allievi per rappresentare se stessi al gruppo come previsto nella II fase del metodo, ma utilizzando per la restituzione da parte del gruppo stoffe colorate al posto della verbalizzazione (tecnica adatta per un'utenza con capacità intellettive e verbali limitate).

Gli allievi di MT possono partecipare a questo modulo SOLO se hanno partecipato in precedenza ad un I modulo. Per gli allievi degli altri indirizzi invece non c’è propedeuticità.

Leggi tutto: 08/09.07.2017 - Lecce, laboratorio "Musicoterapia recettiva analitica II livello"

01/02.07.2017 - Lecce, laboratorio "Metodologia della progettazione degli interventi con le Arti Terapie"

Si svolgerà a Lecce sabato 01 e domenica 02 Luglio 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio "Metodologia della progettazione degli interventi con le Arti Terapie", condotto da Stefano Centonze, lauretao in Scienze della Formazione, Musicoterapeuta, Presidente Nazionale ARTEDO, Direttore dell' Istituto di Arti Terapie e Scienze Creative.

Abstract del laboratorio

La progettazione degli interventi artiterapici, proposta in forma di laboratorio teorico-pratico, è la principale competenza richiesta all’operatore delle Arti Terapie, anche dalla Norma Tecnica UNI che anticipa la Certificazione dei Professionisti del settore. Essa non è solo la preparazione alla prova principale richiesta nel corso di studi delle Scuole Artedo, poiché permette al docente di valutare il corretto uso della terminologia tecnica, la coerenza delle proposte e l’avanzamento dell’apprendimento, ma, collegando aspetti teorici con la loro messa in pratica, è soprattutto la verifica sulle capacità dell’allievo di ideare e realizzare percorsi artiterapici strutturati, in funzione di una data utenza e in considerazione delle finalità e degli obiettivi proposti.

Leggi tutto: 01/02.07.2017 - Lecce, laboratorio "Metodologia della progettazione degli interventi con le Arti...

27/28.05.2017 - Lecce, laboratorio "Danzamovimentoterapia nei contesti educativo pedagogici"

Si svolgerà a Lecce sabato 27 e domenica 28 Maggio 2017 dalle 9.00 alle 18.00 presso la Palestra Etre Sport&Salute in Via Vecchia Frigole 36 (ingresso auto) - via dei Salesiani 2 (ingresso pedonale), zona Salesiani, il laboratorio "Danzamovimentoterapia nei contesti educativo - pedagogici", condotto da Raffaela D'Alterio, Danzamovimentoterapeuta, Pedagogista clinico, educatrice professionale esperta in disabilità, mediatrice penale.

Abstract del laboratorio

La scuola rivaluta sempre di più l’importanza del corpo nei processi formativi e di apprendimento. Nonostante una costante programmazione, è ancora poco il lavoro che si concretizza nei contesti scolastici ed educativi in genere. La DMT rappresenta una risorsa importantissima per recuperare la pedagogia del corpo e strutturare un lavoro serio destinato al miglioramento degli apprendimenti. Il lavoro prevede la sperimentazione pratica di possibili tecniche da attuare all’interno di strutture scolastiche sia con gli alunni che con gli insegnanti.
Una parte del lavoro sarà rivolto al movimento come esperienza del ripercorrere le tappe dello sviluppo psicomotorio. 
La stessa espressione libera della persona attraverso il corpo e il movimento è vissuta come espressione e creazione in divenire, tale concetto deve rimanere tale nei contesti educativi in genere.

Leggi tutto: 27/28.05.2017 - Lecce, laboratorio "Danzamovimentoterapia nei contesti educativo pedagogici"

Contatti sede di Lecce

Artedo - Polo Mediterraneo delle Arti Terapie e delle Discipline Olistiche
Viale Oronzo Quarta 24, 73100 Lecce

Contatti Sede Nazionale

Artedo - Polo Mediterraneo delle Arti Terapie e delle Discipline Olistiche

Viale Oronzo Quarta 24, 73100 Lecce

Sei qui: Home Laboratori